Una voce per Anne Frank: Noa Brandes

Noa Brandes, 19 anni, è nipote del partigiano Mario Brandes. Marco (detto Mario) Brandes era nato a Venezia il 19 febbraio 1920. Figlio di un venditore ambulante ex combattente della Prima guerra mondiale, Marco Brandes a differenza dei quattro fratelli non frequenta le scuole bensì segue il percorso di istruzione premilitare fascista, dal quale però viene espulso nel 1938. Marco Brandes viene arrestato a Venezia il 18 novembre 1943, come ebreo e per sospetta attività antifascista. Rinchiuso nel carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia, il 14 aprile 1944 viene trasferito nel campo di internamento di Fossoli da dove riesce a fuggire ai primi di maggio del 1944, con l’aiuto di Nedo Fiano e servendosi di una pinza con cui taglia il filo spinato del campo. Nedo Fiano rimarrà invece nel campo perché nel frattempo sono stati deportati anche i suoi famigliari. Dopo un periodo di clandestinità, Mario Brandes riesce a raggiungere Venezia dove si unisce alla Brigata “Giustizia e Libertà Venezia”. Il 19 ottobre 1952 nel Tempio maggiore di Roma si sposa con Renata Vivanti dalla quale avrà tre figli.

Per una bellezza del destino, la nipote di Mario Brandes leggerà il Diario di Anne Frank tradotto da Dafna Fiano, nipote di Nedo Fiano.