Una voce per Anne Frank: Guido Sgardoli

Nato a San Donà di Piave (VE) nel 1965, vive e lavora a Treviso. Laureato in Medicina Veterinaria, ha coltivato collateralmente agli studi la passione per il disegno, l’animazione e la scrittura. Dopo l’esordio con Salani nel 2004, numerosi titoli di narrativa dedicata al pubblico dei bambini, dei ragazzi e degli adolescenti con i più importanti editori italiani. Molte le traduzioni all’estero. Aderisce, insieme ad altri autori e illustratori, a Writers With Children, movimento a favore del riconoscimento del diritto di cittadinanza per le bambine e i bambini stranieri nati in Italia, e a ICWA, la prima Associazione Scrittori Italiani per l’Infanzia e l’Adolescenza.

Selezionato nella lista White Ravens 2007 con il libro “Il grande libro degli Sgnuk” (Giunti); Premio Bancarellino 2009 per “Eligio S. I giorni della ruota” (Giunti); Premio Andersen 2009, come miglior scrittore con la seguente motivazione: «Per essere, fra gli autori emersi negli ultimi anni, la voce senza dubbio più interessante e nuova. Per una produzione narrativa capace di affrontare temi, moduli narrativi e pubblici diversi, ma sempre con risultati alti e convincenti. Per averci regalato un romanzo di assoluto valore e sapiente costruzione come Eligio S. – I giorni della Ruota». Premio LiBeR miglior libro del 2011 per “The Frozen Boy” (Edizioni San Paolo); Premio Cento, Premio Biblioteche di Roma 2012 per “Due per uno” (Nuove Edizioni Romane); Premio Andersen 2015 – Libri per l’Infanzia e l’Adolescenza sulla Grande Guerra a “Il giorno degli eroi” (Rizzoli); Premio Andersen 2018 – Miglior libro oltre i 15 anni a “L’isola del muto” (Edizioni San Paolo); Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019 – Categoria 11+ a “The Stone – La settima pietra” (Piemme).