Sapere di essere libera

Cara Kitty, quando qualcuno arriva da fuori, con il vento sui vestiti e il freddo sulla faccia, vorrei ficcare la testa sotto le coperte per non pensare: «Quand’è che potremo respirare l’aria fresca anche noi». E siccome non posso nascondermi sotto le coperte, e anzi devo restare tutta d’un pezzo, i pensieri arrivano lo stesso non una, ma molte, innumerevoli volte. Credimi: quando te ne stai rinchiusa per 1 anno e ½, certi giorni non ne puoi proprio più. A dispetto di tutta la giustizia o l’ingratitudine; i sentimenti non si possono controllare. Andare in bicicletta, ballare, fischiettare, guardare il mondo, sentirmi giovane, sapere di essere libera, desidero tutte queste cose eppure non posso darlo a vedere, perché pensa se tutti e 8 ci mettessimo a lamentarci o ad avere musi lunghi, dove andremmo a finire?

Anne Frank, venerdì 24 dicembre 1943